Costituzione società & consulenza legale

Avvio di un'Impresa, Proproprieta Intelettuale, Visure Camerali

Iniziare

Contabilità, consulenza fiscale & finanziaria

Paghe, Revisione Contabile, Fondi Strutturali Europei e Business Plans

Iniziare

Gestione Progetti & Investimenti

Amministrazione, Gestione Progetti e Costi, Trasferimenti di Proprietà

Iniziare

Consulenza in Information Technology

Migliorare il Business, Scelta dei sistemi, Strategia di Integrazione

Iniziare

Terreni agricoli della Romania, un investimento redditizio

Dal 1 gennaio 2014 la Romania ha concesso ufficialmente ai cittadini stranieri il diritto di acquistare direttamente terreni agricoli. Prima di questa data, i cittadini stranieri potevano comprare terreni agricoli in Romania solo tramite una ditta rumena. Gli esperti hanno avvertito che l'acquisto di terreni agricoli, da parte dei cittadini stranieri, aumenterà in modo significativo e che lo Stato deve controllare accuratamente questo tipo di transazioni. In soli 14 anni dai, 3 milioni di ettari di terreni agricoli sono stati acquistati in Romania, il che significa che un terzo di terra fertile della Romania è ora di proprietà di cittadini italiani, danesi, tedeschi, norvegesi, olandesi, ungheresi e libanesi.
Ufficialmente, le aziende che utilizzano il capitale straniero hanno già acquistato 1 milione di ettari di terreni agricoli, e hanno firmato contratti di locazione per altri 2 milioni hectares. Secondo Laurentiu Baciu, capo della Lega dei Produttori Agricoli Rumeni, gli stranieri coltivano terreni in Romania, approfittando della terra fertile, il basso prezzo per ettaro e della forza di lavoro a basso costo, ma vendono i raccolti nei paesi da cui provengono. Di la, il grano rumeno è trasformato in specialità o utilizzato come mangimi, vengono poi esportati in Romania e venduto ai consumatori rumeni per i prezzi maggiori di quelli locali.

La maggior parte degli investitori stranieri hanno acquistato fertili terreni agricoli nelle regioni Calarasi, Ialomita e Banat. Investitori italiani hanno investito più dei altri acquistando circa 250.000 ettari di terreno, la maggior parte in Romania occidentale. in genere sono appezzamenti di terreno accorpati e altamente produttivo. L'esitazione di proprietari e degli contadini a vendere i loro piccoli appezzamenti di terreno, ereditato dai loro genitori, stimola il prezzo dei terreni agricoli ad una costante tendenza al rialzo. Ad esempio, nel villaggio di Intorsura della provincia di Dolj, i prezzi per i lotti di terreno seminativi sono aumentati da 600 € qualche anno fa a 1.500 euro nelle regioni povere, o 2.000 o anche 3.000 € per terreni agricoli produttivi e abbondanti.
I terreni agricoli della Moldavia e Transilvania settentrionale sono economici, ma troppo frammentati per poter acquistare grandi superficie da investitore importanti. Per questo motivo forse, ci sono poche operazioni agricole vicino a Salaj, mentre i più grandi agricoltori ci sono uomini d'affari stranieri che hanno comprato grandi aree di terreno nel 1990.

A partire da aprile, i terreni agricoli si venderanno con nuove regole, per cui, cambia totalmente la modalità in quale un rumeno può vendere la terra. Qualsiasi offerta di vendita va prima communicata al comune e la transazione non può essere completata prima di un mese. Il venditore deve specificare anche il prezzo e il comune renderà pubblica l'oferta e avvisera i comproprietari e parenti, gli inquilini, vicini di casa e lo stato. Essi hanno il primo diritto di acquistare quella terra. La Romania ha circa 14 milioni di ettari di terreni agricoli, di cui 10 milioni di ettari di terra coltivabile.

Contatti

Noi siamo i commercialisti e avvocati che raggiungono i vostri obbiettivi con minimo di costi.

  • Padova (Italy)
         Via Montà n. 106
    Tel. (+39) 3486908777
  • Galati (Romania)
         Str. Al. Lapusneanu n. 18
    Tel. (+40) 236435321
    info()smart-project.ro

Copertura

  • Galati
  • Braila
  • Bucuresti
  • Slobozia
  • Tulcea
  • Buzau
  • Focsani
  • Bacau